Guida Cocullo

Cocullo

Cocullo sorge su una collina degradante, ricorda un antico insediamento fortificato che potrebbe risalire al VI o IV secolo a.C. A sud del paese, infatti, sono affiorati da scavi mura di ville romane e bronzetti che potrebbero testimoniare l'esistenza di un tempio pagano. Nella piazza principale posta la Chiesa della Madonna delle Grazie, di stile romanico abruzzese, del XII-XIII secolo. Da segnalare, inoltre, il Museo delle tradizioni popolari, inaugurato nel 2004, e dedicato allo scomparso professar Alfonso Noia, antropologo, cittadino onorario di Cocullo per la lunga frequentazione del Rito dei Serpari. Un punto di incontro nato con l'obiettivo di riportare nel Museo una grande mole di documenti sparsi in tutta Italia. "

Come arrivare a Cocullo

  • Distanza da L'Aquila km. 86.
  • Scalo ferroviario FF.SS. a 800 mt.
  • Strada statale n. 5 a Raiano (km. 20).

Itinerari Cocullo

  • CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE
    Facciata del XIV sec., portale gotico della decadenza con data 1458.
  • CHIESA DI S. DOMENICO
    Santuario All'interno croce argentea di scuola sulmonese, reliquiario e varie suppellettili sacre.
  • CHIESA DI S. NICOLA
    Con torre omonima quasi distrutta dal terremoto del 1915 e baluardo della casa ducale.
  • CHIESA DI S. PANFILO
    Nel prospetto il portale e le due pilastrature sono del XIII sec., le edicole soprastanti del XV sec.
  • CASTELLO DUCALE
    Castello-palazzo con resti di architettura ogivale.
  • TORRE
    Trasformata in torre campanaria.

Sagre Cocullo

  • Processione dei Serpari, 1 ° giovedì di maggio.
Autore:

Hotel Cocullo


 

           
 

Comuni della provincia de L'Aquila