Guida Scoppito

Scoppito

Scoppito occupa la zona a nord della conca aquilana da cui č possibile godere l'incantevole panorama del Gran Sasso, del monte velino e dell'Altopiano delle Rocche. Esso conta circa 3.000 abitanti ed č organizzato in numerose frazioni. Inoltre č situato a pochi chilometri dalle stazioni sciistiche di Campo Felice e di Campo Imperatore. La sua storia č legata al popolo dei sabini, che avrebbero avuto la prima formazione nel modesto villaggio di Testrina (presso Vigliano) e successivamente avrebbero conquistato le zone limitrofe. Le vicende in etā romana si intrecciano con quelle della cittā di Amiternum e in particolare con l'antica Foruli, l'attuale frazione di Civitatomassa, come testimoniano numerosi ritrovamenti di materiale archeologico.

Come arrivare a Scoppito

  • Distanza da L'Aquila km. 14.
  • Scalo ferroviario FF.SS. a Sassa.
  • Strada statale n. 17 al bivio.

Itinerari Scoppito

  • CHIESA DI S. GIACOMO
    Parrocchiale, inizialmente rinascimentale. All'interno statua lignea di S. Giacomo del XVII sec. e tre croci processionali una delle quali del '300
  • CHIESA DI S. VALENTINO
    Di concezione benedettina, esistente già dal XII sec., rimaneggiata in successivi interventi barocchi.
  • CHIESA DI S. BARTOLOMEO
    In località Vallinsù, completamente trasformata nel '700, dell'edificio medioevale della fine del '200 rimane il rosone che richiama quello del S. Pellegrino a Bonamico.
  • CHIESA DI S. MARIA DI LAURENTANA
    In frazione Collettara, eclettica, elementi preromani, romanici, rinascimentali e tardo-ottocenteschi. All'interno altare ligneo settecentesco, restaurata nel 1975.
  • Chiesa di S. Maria delle Grazie, in frazione Vigliano.
  • Chiesa di S. Dorotea, in frazione Collettara, dintorni di Scoppito.

Sagre Scoppito

  • S. Giacomo, 25 giugno.
Autore:

 

 

           
 

Comuni della provincia de L'Aquila