Guida Penne

Penne

Penne, la cucina è squisita, da considerarsi, per molti motivi la migliore della provincia. Rinomata è la trattoria Tatobbe. ritrovo ricercato dai buongustai. nella quale si possono gustare degl'insuperabili tradizionali maccheroni alla chitarra e tutte le altre specialità tipicamente abruzzesi. Bei panorami completano l'attrattiva della città, oltre, naturalmente. i pregevoli monumenti d'arte, di cui è piena.

Tra questi vanno ricordati la Chiesa di Santa Maria a Colleromano del XII^ sec., il Palazzo Tirone. il Palazzo Del Bono. la Chiesa di S. Agostino. Completano la Penne monumentale i pittoreschi campanili, altre chiese antiche, cimeli e resti di uno splendore che arrise alla città, prima nella epoca romana e poi in quella medioevale. La storia di Penne è antichissima. Nel periodo romano, si sa che acquisto nell'87 il diritto di civitas.

Fu capitale dei Vestini (Pinna virens), fu privilegio dei Farnesi e città ducale. Famosi i suoi conventi e monasteri. Occupata dai francesi, ebbe più tardi parte preponderante nei moti carbonari del 1814 contro il regime borbonico e poi ancora nel 1837. A Penne fiorisce una Scuola d'Arte intitolata a Mario de' Fiori, vanto della magnifica cittadina vestina. Possiede idonea attrezzatura ricettiva ed ospedaliera-assistenziale. I suoi abitanti sono gentili. e ospitali.

Un posto importante riveste anche nel settore del commercio e della piccola industria e artigianale), tanto da rendersi utile alla economia della provincia di Pescara. L'aria pura, il clima salubre ed il soggiorno confortevole fanno di Penne una magnifica stazione turistica di villeggiatura estiva. Da Penne è possibile raggiungere il Gran Sasso d'Italia che si può scorgere in tutta la sua maestosità dalla Circonvallazione. Ben visibile anche la Maiella.

Come arrivare a Penne

  • A14, uscita Citt à S.Angelo. Proseguire sulla SS 151, seguendo le indicazioni.
  • Ferrovia, stazione di Pescara.
  • Autolinee regionali Arpa in partenza dal Terminalbus di Pescara Centrale.

Itinerari Penne

  • CHIESA DI S. MASSIMO
    Frammenti altomedioevali e dell'epoca classica. Edificio romanico dell'XI sec. superstite nella cripta. Struttura trasformata in gotica nel XIV sec. e rimaneggiata nel 1660. Portale rinascimentale (anno 1574), portali minori medioevali, frammenti dell'antico edificio di ispirazione francese, nella cripta materiale di spoglio romano e affreschi del '300.
  • CHIESA DI S. MARIA IN COLROMANO
    Struttura fondamentale della metà del XIV sec. con caratteri di transizione tra romanico e gotico, portale della fine del XIII sec. ma con caratteri romanici. All'interno tela attribuita al Guercino.
  • CHIESA DELLA MADONNA DEL CARMINE
    Faccita attribuita ad Aniello Francia di Penne, barocca con interni rococò forse dovuti al Piazzola , resti del convento di S. Cristoforo (SCdaC). All'interno coro ligneo.
  • CHIESA DI S.AGOSTINO
    Poche tracce del XII sec., interno barocco riprogettato nel 1747, campanile laterizio con formelle maiolicate modellato su quello della cattedrale, tardo-quattrocentesco. All'interno, nel coro, affreschi con influssi del gotico internazionale.
  • CHIESA DI S. DOMENICO Con annesso convento. Chiesa quattrocentesca modificata nel '500/'600, ora in forme barocche. Convento fondato nel '200, all'interno opere lignee nella Cappella del Rosario e tela di Taddeo Zuccari.
  • Chiesa di S. Nicola, ottocentesca, addossata alla Porta S. Nicola.
  • Chiesa di S. Panfilo barocca, forse opera del Piazzola, dell'anno 1700.
  • Chiesa di S. Giovanni Battista tardo-cinquecentesca, interno barocco.
  • Chiesa dell'Annunziata costruita nel 1773, barocca, con facciata laterizia molto mossa
  • Chiesa di S.Antonio da Padova, inclusa nel palazzo Aliprandi , opera del Piazzola.
  • Chiesa di S. Giovanni Evangelista, tardo-trecentesca con portali del tadro-cinquecento (laterale) e primi del '600 (principale), barocca.
  • Chiesa di S. Croce, prospetto in forme barocche.
  • Chiesa di S. Chiara, settecentesca , iniziata nel 1702 (OP 2/90), all'interno tela di Battista Gamba
  • Chiesa di S. Ciro, barocca.
  • Chiesa di S. Demetrio, interni barocchi.
  • Chiesa della Madonna della Misericordia, all'interno altare ligneo in noce.
  • Palazzo Castiglione, settecentesco con ampio loggiato frontale su più livelli
  • Palazzo Castiglione, edificato su disegno di Francesco Dissio , del XVII-XVIII sec.
  • Palazzo del Bono, cinquecentesco.
  • Palazzo Tirone.
  • Palazzo Friuli, con cortile medioevale a doppia loggia.
  • Palazzo Leopardi, con cortile loggiato laterizio romanico.
  • Palazzo Aliprandi, tardo-settecentesco, ristrutturato dal Grue senior di Castelli nell'anno 1773 8. Palazzo Pansa, portale tardo-cinquecentesco.

Sagre e feste di Penne

  • Festa di S. Massimo prima domenica di maggio.
  • Giostra dei sei rioni prima decade d ’agosto.
  • Premio letterario internazionale Citt à di Penne mese di ottobre.
  • S. Massimo, 7 maggio.
  • S. Antonio da Padova,13 giugno.
  • Madonna del Carmino, 15 luglio.
  • Giostra dei Rioni, settimana di Ferragosto.

Hotel Penne

  • Hotel Dei Vestini
    65017 Penne (PE) - Via Caselli, 37
    085 8278200
Autore:

Hotel Penne

           
 

Comuni della provincia di Pescara